Restate aggiornati sulle nostre attività, gli eventi e le promozioni del Fairshop.

Bangladesh

Nell’ambito della decentralizzazione statale, le autorità locali ricevono nuove mansioni e competenze. Helvetas le sostiene nell’istituzione di strutture democratiche vicine ai cittadini. Inoltre, viene promossa la partecipazione delle donne alla vita politica. Allo stesso tempo Helvetas si impegna affinché i più poveri possano avere un lavoro e uno stipendio.

Partecipazione e redditi per le donne

Helvetas è attiva in Bangladesh per le popolazioni svantaggiate e in particolar modo per le donne, affinché esse possano prendere parte attiva alla vita pubblica ed economica. In questo modo i cittadini e le cittadine partecipano ai processi politici, realizzano i propri interessi e si assumono le proprie responsabilità. Allo stesso tempo, Helvetas collabora anche con le autorità locali, perché compiano trasparentemente i propri doveri e includano i cittadini e le cittadine nei processi decisionali. Inoltre, le autorità possono così migliorare la loro gestione finanziaria, e per questa ragione sono già state introdotte delle tasse locali in confromità con la legge.
Il metodo di lavoro in questo progetto di governance è diventato un modello da seguire. Le esperienze sono comunicate regolarmente sia a livello nazionale che internazionale attraverso uno scambio di conoscenze e tramite il dibattito politico.

Helvetas offre anche sostegno alle piccole produttrici e alle commercianti del mercato, in modo che possano vendere a condizioni migliori la verdura, il pesce o il latte direttamente presso i mercati locali o alle aziende di trasformazione. Affinché anche le famiglie più povere possano produrre con un orientamento al mercato, si promuovono le competenze consultive locali: uomini e donne migliorano le proprie abilità nella lavorazione dei prodotti agricoli, in modo che possano trovare un impiego in piccole imprese oppure lanciare un piccolo business privato. Ad esempio, HELVETAS permette alle donne di apprendere le tecniche di coltivazione delle piante medicinali e di trarre profitto dalla vendita agli intermediari, oppure di apprendere le tecniche di raccolta ed essiccamento delle piante affinché possano essere rielaborate in piccole fabbriche.
Per favorire questo processo, anche le autorità sono spronate a creare le condizioni di base per lo sviluppo della catena commerciale. Inoltre, si fa in modo che i produttori diretti siano in grado di migliorare la propria organizzazione interna e di collaborare assieme.

Le catastrofi naturali impediscono lo sviluppo

Nonostante la crescita economica e la situazione politica relativamente stabile, il Bangladesh rimane uno degli stati più poveri del continente asiatico. Uno dei motivi principali è l'alta densità di popolazione. Inoltre, come conseguenza dei cambiamenti climatici, il paese viene regolarmente colpito da calamità naturali.

Dal 1971, anno in cui il paese raggiunse l’indipendenza, l’economia del Bangladesh è avviata sulla strada dell’industrializzazione e dell’offerta di servizi. La modernizzazione ha sicuramente dato origine ad un potenziamento dell’economia, anche se le infrastrutture restano inadeguate. La situazione politica è sempre più difficile e molto spesso si verificano scioperi o blocchi - tutto ciò ostacola gli investimenti e la creazione di posti di lavoro. I gruppi di estremisti puntano ad assassinare i dissidenti e il terrorismo ormai è un altro aspetto che minaccia il paese, dove 45 milioni di persone vivono tuttora sotto la soglia di povertà.

Oggi relativamente meno persone vivono al si sotto della soglia della povertà rispetto a qualche anno fa, anche se in termini assoluti la povertà aumenta a causa dell'aumento della popolazione. Il Bangladesh è il paese con la più alta densità di popolazione del mondo e la pressione sulle sue risorse naturali è alta.

Tre quarti della popolazione vivono in zone rurali, dove la povertà è ampiamente diffusa. Centinaia di migliaia di persone cercano perciò fortuna nelle città o all’estero, soprattutto in Medio Oriente. Le loro rimesse costituiscono un’importante fonte di sostentamento per le famiglie rimaste in patria.

Nel paese si verificano sempre più spesso catastrofi naturali a seguito dei cambiamenti climatici: inondazioni, uragani, ma anche siccità e terremoti minacciano seriamente le condizioni di vita della popolazione. Il processo di salinizzazione del suolo, già presente nelle zone costiere, si diffonde sempre più anche verso l’interno del paese, rendendo sterili ampie aree di terreno. I progressi fatti negli ultimi decenni nella lotta alla povertà vengono così annientati.
image description
  • Tasso di povertà

    18 % della popolazione vive con meno di 1.90$ al giorno
  • Indice di sviluppo umano delle Nazioni Unite

    139. posto su 188
Fonte: UNDP 2016
  • Temi

    • Sicurezza alimentare
    • Accesso ai mercati
    • Acqua & agricoltura
    • Istruzione e formazione professionale
    • Democrazia & pace
    • Ambiente & clima