Restate aggiornati sulle nostre attività, gli eventi e le promozioni del Fairshop.

Madagascar

Per combattere la povertà e per migliorare la situazione alimentare del Madagascar, Helvetas appoggia le piccole imprese agricole e si impegna nella protezione delle risorse naturali. Il rafforzamento delle strutture statali e civili decentralizzate è un altro aspetto centrale del lavoro di Helvetas.

Lotta alla povertà, acqua pulita e amministrazione locale

A causa di impianti carenti e strutture comunitarie deboli, per i contadini e le contadine è difficile vendere i loro prodotti a dei prezzi appropriati. Helvetas promuove la collaborazione tra le piccole aziende agricole, il settore pubblico e le imprese private. Quest’ultime vengono selezionate in modo minuzioso. È importante che condividano i valori di Helvetas e lavorino a condizioni e salari equi. In questo modo i piccoli produttori ricevono accesso ai mercati e il loro reddito aumenta.
 
Tecniche di coltivazione inadeguate e terreni impoveriti mettono in pericolo l’approvvigionamento alimentare. Helvetas promuove l’accesso a sementi ottimizzate e sostiene la formazione continua di contadine e contadini, tramite la quale imparano le nuove tecniche di coltivazione e metodi per commercializzare i propri prodotti. I progetti sono largamente consolidati e comprendono sia il lavoro con le scuole che con le autorità locali.

Il consumo di acqua potabile contaminata e la scarsa igiene sono in Madagscar causa comune di malattie diarroiche e spiegano in parte l'alta mortalità infantile. Con un approccio olistico Helvetas sostiene le autorità locali e la società civile nella progettazione e realizzazione di una rete idrica e fognaria, contribuendo anche alla protezione delle risorse idriche naturali.

Nonostante la decentralizzazione sia stata sancita nella costituzione già negli anni ’90, il processo è tuttora agli inizi. Helvetas rafforza le autorità locali, che spesso sono ancora deboli e inesperte, coinvolgendole nella pianificazione e nella realizzazione di tutti i progetti.

La ricca biodiversità in un paese povero

Il Madagascar, per via del suo isolamento geografico dal continente africano, è caratterizzato da una flora e una fauna straordinarie. La ricchezza di materie prime è tuttavia in netto contrasto con la povertà della popolazione. Decenni di cattiva amministrazione e i turbolenti cambi alla presidenza hanno spinto il Madagascar sull’orlo della rovina. Formalmente l’isola è da 50 anni una democrazia, tuttavia le istituzioni statali sono deboli.
 
Dall'inizio del 2014 è in carica un nuovo governo eletto democraticamente. Con il completamento del piano di sviluppo nazionale e l'attuazione delle riforme macroeconomiche, la comunità intetrnazionale ha promesso un aumento degli aiuti per lo sviluppo. La crescita economica degli ultimi due anni ha avuto finora un limitato effetto sulle condizioni di vita delle fasce più povere della popolazione. Questo a sua volta porta ad una crescente insoddisfazione e impazienza tra la popolazione.

Il paese, ricco di risorse, esporta ad esempio vaniglia, chiodi di garofano, caffè e prodotti minerari. Due terzi della popolazione è impiegata nel settore agricolo, settore nel quale la produttività ristagna e l’infrastruttura carente impedisce la distribuzione e la vendita dei prodotti. La maggior parte della popolazione vive in condizioni precarie.
La crescita della popolazione, la povertà e gli inadeguati metodi di coltivazione tradizionali minacciano ulteriormente le risorse naturali. 
image description
  • Tasso di povertà

    78 % della popolazione vive con meno di 1.90$ al giorno
  • Indice di sviluppo umano delle Nazioni Unite

    158. posto su 188
Fonte: UNDP 2016
Madagascar
  • Temi

    • Sicurezza alimentare
    • Accesso ai mercati per i piccoli contadini
    • Accesso all'acqua potabile
    • Democrazia & Pace