Restate aggiornati sulle nostre attività, gli eventi e le promozioni del Fairshop.

Mali

Le attività di Helvetas in Mali si concentrano soprattutto sulla sicurezza alimentare, l’accesso a beni e servizi di prima necessità (acqua, igiene, istruzione) come pure la promozione della partecipazione attiva alla vita comunitaria ed il coinvolgimento della autorità locali.

Produrre di più e vendere meglio

La maggioranza della popolazione del Mali vive di agricoltura. La coltivazione del cotone riveste una particolare importanza, ma la sua coltivazione vede un utilizzo sempre più massiccio di sostanze chimiche, con conseguenze negative per l’uomo e per l’ambiente. Perciò Helvetas si impegna nella coltivazione e nella vendita equa solidale del cotone biologico. Per migliorare la fornitura di beni alimentari e sostenere gli stipendi dei piccoli contadini, viene promossa la produzione biologica, la lavorazione e la vendita del mango, del sesamo o delle arachidi. Infine, grazie alla diffusione di tecniche di irrigazione più efficienti, vengono migliorati i rendimenti della terra.

Nel Nord-est del paese si verificano spesso conflitti tra agricoltori sedentari e pastori nomadi per l’utilizzo dell’acqua e dei terreni. Helvetas aiuta ad elaborare strategie per la prevenzione dei conflitti, di modo che entrambi i gruppi utilizzino risorse come l’acqua, la terra o i boschi di comune accordo.
 
Helvetas accompagna gli enti locali, le associazioni dei genitori, gli insegnanti e i privati nel miglioramento dell’educazione scolastica elementare e della formazione professionale. In particolare Helvetas valuta nuove formazioni professionali nell’ambito dell’agricoltura, di modo che i giovani abbiano la possibilità di realizzare dei progetti nel proprio luogo d’origine.
 
La responsabilità per l’approvvigionamento dell’acqua è stata decentralizzata ed è ora nelle mani dei comuni. Helvetas li sostiene in questa nuova sfida fornendo infrastrutture innovative, rafforzando le competenze delle autorità locali e mettendo alla prova nuovi ed efficienti sistemi di gestione.

Il Mali è uno dei paesi dove la mutilazione genitale femminile è più diffusa, con il 90% delle donne sottoposte a questa pratica. Nonostante questa prassi rappresenti un’estrema violazione dei diritti dell’uomo rimane tuttora legale nel paese. Helvetas si impegna a livello locale e nazionale, per vietare questa pratica. 

Un nuovo capitolo dopo la difficile crisi

Dopo una crisi di 18 mesi, innescata nel nord del paese dai ribelli Tuareg, con al seguito un golpe di Stato da parte dei militari, il Mali sembra avviarsi verso la normalità. Ciononostante resta sotto protezione delle Nazioni Unite, con un effettivo di 12'600 soldati dell’esercito francese stazionati nel paese. Elezioni presidenziali hanno avuto luogo in luglio e agosto 2013. Il presidente, eletto il 5 settembre 2013, ha dichiarato prioritario il processo di riappacificazione interna.

Benché il Mali sia uno dei paesi più poveri al mondo, può essere considerato un esempio positivo per quel che riguarda la democratizzazione. Dal 1992 il paese ha adottato una costituzione democratica ed ogni 5 anni il presidente viene scelto direttamente dal popolo.

Nel Nord del paese piove poco, il rischio di siccità è grande e la desertificazione avanza inesorabilmente. Nel Sud, invece, le condizioni climatiche sono più favorevoli all’agricoltura. Un ramo importante dell’agricoltura è costituito dal cotone. La produzione e la commercializzazione di questo prodotto sono organizzate dall’unica azienda presente, di dello Stato. In queste condizioni, lo sviluppo di un’agricoltura più produttiva, più sostenibile e adatta alle sfide portate dai cambiamenti climatici, risulta particolarmente difficile.

Anche se negli ultimi anni sono stati fatti significativi passi avanti nel campo dell’istruzione e quasi la metà dei bambini tra i 7 e i 15 anni va a scuola, il 75 percento della popolazione sopra i 15 anni è analfabeta. Più di un terzo della popolazione del Mali non ha accesso all’acqua potabile e l’assistenza sanitaria rimane inadeguata. Malattie infettive come colera e tubercolosi restano largamente diffuse.
 
image description
  • Tasso di povertà

    49 % della popolazione vive con meno di 1.90$ al giorno
  • Indice di sviluppo umano delle Nazioni Unite

    175. posto su 188
Fonte: UNDP 2016
  • Temi

    • Sicurezza alimentare
    • Agricoltura biologica & commercio equo e solidale
    • Educazione
    • Pace & democrazia
    • Acqua & igiene